DIVISIONE GIUDIZIALE EREDITÀ: NOTE BREVI

Descrizione

    In dipendenza del decesso di una persona vi è una pluralità di soggetti che subentra al de cuius, venendosi in tal modo a creare tra loro una situazione di comunione “ereditaria” in cui ogni singolo erede è comproprietario del medesimo bene per una quota ideale. Un modo per sciogliere la comunione sui beni dell’eredità è la divisione giudiziale. Con la divisione giudiziale si scioglie la comunione ereditaria all’esito di un procedimento civile che può essere intrapreso, da uno o più condividenti, una volta accertata l’impossibilità di raggiungere un accordo sulla divisione o solo perché uno o più eredi decidono di scegliere questa strada. In primo luogo va osservato come la domanda giudiziale di divisione deve essere preceduta da un tentativo di mediazione civile obbligatoria; se tale tentativo non va a buon fine il procedimento continua davanti al Tribunale competente (che è il Tribunale del luogo dove si è aperta la successione, cioè quello del luogo dell’ultimo domicilio del defunto). Alla divisione giudiziale devono prendere parte tutti i coeredi.

Specifiche

    Data: 2 Febbraio 2021
    Download: Bisogna accedere per scaricare il contenuto.