È CORRETTA LA COMPENSAZIONE DELLE SPESE DI LITE SE LA QUESTIONE TRATTATA È NUOVA O SE C'È UN MUTAMENTO DELLA GIURISPRUDENZA SULLE QUESTIONI DIRIMENTI

Descrizione

    Il suesposto principio di diritto consegue alla innovativa interpretazione resa, in primo grado, dal Giudice di pace di Bologna, ed, in secondo grado, dal Tribunale di Bologna, in merito all’art. 7 del Codice della Strada, sulla scorta della quale i ciclomotori sono stati ammessi alla circolazione nelle corsie preferenziali dei mezzi pubblici, atteso che il transito dei veicoli pubblici non viene intralciato dalla circolazione di questi mezzi a due ruote, evidentemente meno ingombranti di quelli a quatto ruote. Nello specifico, è accaduto che un utente aveva proposto opposizione al Giudice di Pace bolognese per contestare 12 verbali di accertamento notificati per presunta violazione al Codice della Strada; il ricorso veniva accolto dal Giudice di Pace – stante l’assunto per il quale il divieto di circolazione nelle corsie riservate ai mezzi pubblici non riguardi i ciclomotori, in considerazione delle dimensioni ridotte di questi mezzi - con compensazione delle spese per "giusti motivi".

Specifiche

    Data: 29 Agosto 2022
    Download: Bisogna accedere per scaricare il contenuto.

Lun-Ven
9.30-18.30