È RESPONSABILE IL MEDICO CHE PER PRIMO HA SOMMINISTRATO AL PAZIENTE ALLERGICO LA DOSE DEL FARMACO CONTENENTE LA MOLECOLA CHE HA PORTATO IL MEDESIMO ALL’ANAFILASSI

Descrizione

    La tragica vicenda che ha condotto i Giudici del Palazzaccio alla pronuncia giurisprudenziale oggetto di odierna disamina si riferisce ad un evento accaduto nel lontano 2008, allorquando, precisamente il 25 novembre di tale anno, un paziente veniva ricoverato nella struttura ospedaliera, e, in previsione dell’intervento chirurgico a cui lo stesso doveva essere sottoposto, il caposala - presente alla visita dello specialista il quale constatava la grave allergia del paziente alla amoxicillina - prescriveva, come terapia profilattica per l'intervento, un medicinale contenente la molecola cui il paziente era allergico. Dappoi, in data 28 novembre 2008, iniziava la preparazione all'intervento del paziente, ma il suddetto veniva rinviato, di tal ché la prescrizione antibiotica subiva modifiche da parte di un altro medico, che sostituiva il farmaco prescritto dal medico precedente, contenente anch'esso amoxicillina.

Specifiche

    Data: 10 Maggio 2022
    Download: Bisogna accedere per scaricare il contenuto.

Lun-Ven
9.30-18.30