I SERVIZI COMUNI DI ACQUA E RISCALDAMENTO NON SONO INTANGIBILI, DI TAL CHE È LEGITTIMA LA SOSPENSIONE DEI DETTI SERVIZI AL CONDOMINO MOROSO

Descrizione

    Nella pronuncia in commento il tribunale umbro è stato chiamato a pronunciarsi sulla questione relativa ad un condomino moroso nel pagamento delle quote del riscaldamento per un’intera gestione e nello specifico sulla legittimazione dell’amministratore di condominio di poter immediatamente sospendere i servizi di erogazione dell’acqua e di fruizione del servizio di riscaldamento. Nel caso in esame accadeva che l’Amministratore condominiale aveva provveduto a documentare la circostanza per cui il resistente si fosse reso moroso nel pagamento di una consistente quota di contributi condominiali, al punto che, in seguito alla richiesta ed emissione di due decreti ingiuntivi regolarmente notificati al condomino moroso, aveva persino dato corso anche ad una procedura esecutiva di pignoramento presso terzi.

Specifiche

    Data: 8 Febbraio 2022
    Download: Bisogna accedere per scaricare il contenuto.

Lun-Ven
9.30-18.30