PROPRIETÀ DEL SOTTOTETTO NEL CONDOMINIO – CARATTERISTICHE STRUTTURALI E FUNZIONALI DEL SOTTOTETTO E LA CONSEGUENTE VALUTAZIONE CIRCA LA SUSCETTIBILITÀ DI UTILIZZO SEPARATO – DETERMINAZIONE DEI DANNI DERIVANTI DA LAVORI EFFETTUATI DAL SINGOLO SUL SOTTOTETTO

Descrizione

    Nel caso che ci occupa, un condomino citava in giudizio i proprietari dell’appartamento ubicato all’ultimo piano dello stabile condominiale per l’accertamento della natura condominiale del sottotetto trasformato dai medesimi in locale abitale, con contestuale richiesta di risarcimento dei danni patiti e patiendi in conseguenza della predette opere. I convenuti rivendicavano la proprietà esclusiva del sottotetto, in quanto pertinenza del proprio appartamento. Il Tribunale respingeva la domanda attorea e l’attore proponeva appello. La Corte, in parziale accoglimento dello spiegato appello, pur confermando la proprietà esclusiva del sottotetto in capo ai convenuti, - in quanto lo stesso non era suscettibile di utilizzazione separata, per le sue caratteristiche strutturali e funzionali, già prima dei lavori posti in essere dai convenuti e, di conseguenza, non poteva presumersi neanche la sua condominialità ex art. 1117 c.c. -, tuttavia, riteneva che la trasformazione edilizia del sottotetto eseguita dai medesimi, avesse causato danni sia alle parti condominiali, sia alla proprietà esclusiva dell’attore e, per l’effetto, condannava gli appellati al risarcimento dei danni patiti dall’appellante. Avverso la predetta sentenza gli appellati proponevano ricorso per cassazione sulla base di tre motivi, di cui il primo e il terzo, concernenti la mancata motivazione in ordine alla quantificazione dei danni e, il secondo, la mancata corrispondenza tra la domanda e la pronuncia della Corte.

Specifiche

    Data: 18 Gennaio 2022
    Download: Bisogna accedere per scaricare il contenuto.

Lun-Ven
9.30-18.30