VITAMINA D: RIFLESSIONI ED APPROFONDIMENTI 2^ parte

Descrizione

    Il calcitriolo attivando i recettori nucleari della vitamina D (VDR) permette a questi di legarsi ai recettori nucleari per i retinoidi (RXR), formando cosi un eterodimero. Quest’ultimo permette l’attivazione dei promotori di diversi geni, consentendo la trascrizione di ben 60 mRNA, che a livello ribosomiale traducono per proteine funzionali ubiquitarie o cellule – specifiche. VITAMINA D E METABOLISMO FOSFO – CALCICO La concentrazione sierica del calcio e del fosforo deve essere mantenuta costantemente entro limiti fisiologici per consentire una normale mineralizzazione dell’osso, senza determinare calcificazioni ectopiche dei tessuti lassi, specie a livello della parete arteriosa. La calcemia deve essere mantenuta tra 9 – 11mg/dL e la fosforemia tra 2,5 – 4,5mg/dL.

Specifiche

    Data: 16 Marzo 2021
    Download: Bisogna accedere per scaricare il contenuto.